Home

Cari Soci S.I.O.T.,

purtroppo anche S.I.O.T. deve prendere atto del difficile momento che il nostro Paese sta attraversando, flagellato com’è da una crisi economica internazionale devastante e da terribili eventi dalle disastrose conseguenze come i terremoti che hanno colpito l’Abruzzo e più recentemente l’Emilia.

Era quindi inevitabile che questo clima generale si riflettesse anche sul nostro Congresso con una notevole difficoltà nel reperire le necessarie sponsorizzazioni e una drastica riduzione dei contributi da parte di Assobiomedica.

Non per questo comunque si è pensato di organizzare un Congresso in tono minore. Anche il meeting di quest’anno, infatti, mantiene inalterate le sue tradizionali caratteristiche sia nella durata che nella qualità scientifica degli appuntamenti proposti.

Auspichiamo inoltre anche una grande partecipazione alla Cena Sociale, da sempre piacevole occasione di incontro al di fuori dei canonici momenti scientifici. Quest’anno avremo per di più la grande opportunità di visitare uno dei musei più prestigiosi al mondo, scrigno di immensi capolavori come la Cappella Sistina di Michelangelo o le Stanze affrescate da Raffaello. Sono luoghi incomparabili che potremo percorrere in esclusiva al di fuori del normale flusso turistico, che come sapete è veramente smisurato, potendo così assaporarli come convengono. Una circostanza veramente unica per un’esperienza indimenticabile a tu per tu con il genio assoluto.

Vogliamo tuttavia chiedervi solo qualche piccolo sforzo collaborativo affinché possano essere ridotti al minimo gli sprechi contribuendo così a un decremento dei costi organizzativi.

Vi pregheremmo pertanto di iscrivervi al Cocktail di Benvenuto solo se effettivamente è Vostra intenzione parteciparvi, in modo da avere un numero il più esatto possibile di persone per le quali provvedere al catering. A parte le esigenze sopra illustrate, troviamo che sia comunque e sempre immorale proporre grandi quantità di vivande che poi non vengono consumate. Siamo certi che condividete questa opinione.

Come leggete sono solo piccoli accorgimenti che siamo certi seguirete con attenzione.

Da parte nostra teniamo a sottolineare come il Congresso S.I.O.T., per la sua storia, così antica e prestigiosa, e per la sua capacità di proporre ogni volta il panorama attuale più completo e lo sguardo più autorevole sulle prospettive del mondo dell’Ortopedia svolga un ruolo fondamentale per la comunità medico-scientifica nazionale e internazionale.

Un caro saluto in attesa di incontravi a Roma.

 

Il Presidente S.I.O.T. Professor Marco d’Imporzano e i Presidenti del Congresso