Cari Colleghi e cari Soci,
è con grande entusiasmo che ci apprestiamo ad organizzare il 105° Congresso Nazionale SIOT.
Non ci sarà un tema generale, e questa è una novità. Dovremo perciò armonizzare i contenuti delle
Società Specialistiche con alcuni temi che riteniamo debbano essere discussi, per favorire sia
l’aggiornamento scientifico e chirurgico per i colleghi più esperti ma anche e soprattutto orientare
e stimolare l’interesse e la dedizione alla nostra professione dei più giovani.
La sede del Congresso sarà ancora Roma e questo potrebbe favorire la partecipazione di tutti e
da tutte le parti d’Italia ed altresì godere, nei momenti liberi, delle bellezze che questa città offre.
Il Congresso si svolgerà nelle giornate dal 5 all’8 novembre 2020 presso il Centro Congressi Rome
Cavalieri Waldorf Astoria, che certamente costituirà un’adeguata cornice per i nostri lavori.
L’architettura del Congresso sarà caratterizzata da simposi, tavole rotonde, Keynote lecture e
comunicazioni libere su tutti i principali temi delle patologie ortopediche di carattere generale e
specialistico con una particolare attenzione ai risultati e alle nuove tecniche di chirurgia ortopedica.
Verrà dato ampio spazio soprattutto all’ interattività con i colleghi più giovani ed a tematiche di
confronto con specialità affini, tra le quali la reumatologia e la fisiatria.
Sappiamo quanto sia rilevante il ruolo delle Società Specialistiche e per questo saranno proposti
simposi riguardo a temi condivisi con i Presidenti e Vice Presidenti del Congresso in armonia con
gli indirizzi della nostra Società.
È interesse comune affrontare temi importanti che caratterizzano la nostra attività clinica e
chirurgica, un’attività che richiede sempre di più competenze multidisciplinari.
L’inquadramento diagnostico e terapeutico della fragilità ossea, dell’osteoporosi, delle malattie
infiammatorie così come l’emofilia è essenziale per una conoscenza clinica capace di affrontare
efficacemente non solo le patologie traumatologiche ed elettive.
Le nuove tecnologie in campo biologico-rigenerativo e diagnostico-chirurgico necessitano di
approfondimenti e soprattutto di evidenze clinico-scientifiche per essere applicate in modo efficace
e sicuro. Le infezioni protesiche sono una realtà importante e purtroppo in aumento. Sarà perciò
importante, anzi indispensabile, affrontare le linee guida cosi come indicate da alcune consensus
internazionali.
Inoltre, come ben sappiamo per esperienza quotidiana, la nostra professione è molto difficile e ci
espone a numerosi rischi. Per questo daremo spazio a discussioni sui risvolti medico legali del
nostro lavoro.
La buona riuscita di un congresso dipende esclusivamente dalla serietà delle comunicazioni e
dalla partecipazione attiva di tutti gli iscritti che ci consente di imparare e di poter migliorare la
nostra attività professionale. Confidiamo perciò in una numerosa e motivata partecipazione.
Vi aspettiamo numerosi!

I Presidenti I Vice Presidenti
Paolo Adravanti Fabio Catani Giuseppe Porcellini Ettore Sabetta